r992

Ancora una schidionata di consigli per questa settimana:

Anzitutto continua la lunga retrospettiva di Edgar Reitz, diciamo la produzione “non-heimat” del grande autore, grazie a Fuori Orario. Rai Tre propone nella notte tra lunedì e martedì Mahlzeiten, del 1967, forse il più nouvelle-vague dei suoi film, bellissimo; venerdì notte l’incompreso Il sarto di Ulm, 1978, seguito da Bambini e La cosa d’oro (1971), per andare poi tra sabato e domenica alla copertura di altri titoli, in versione maratona, tra corti e lunghi: da Ora zero a Cardillac…insomma, un must. Ricordiamo che si può da poche settimane anche usufruire di un bel cofanetto con gli stessi contenuti che Ghezzi sta mandando in onda.

Altre visioni:

Iris, giovedì ore 01.45 (notte tra giovedì e venerdì) Nella città l’inferno di Renato Castellani, splendido ibrido neorealismo-mélo con l’accoppiata Magnani-Masina, misconosciuto

Rai Uno, sabato notte ore 03.20, A Letter to Elia di Scorsese, il cui DVD fu pubblicato dalla Cineteca di Bologna e che la Rai si degna di proiettare a tarda notte, in conflitto totale con Fuori Orario e Reitz. Qualche replica, nell’era della multiprogrammazione digitale, non guasterebbe…

Annunci