El cochecito Ferreri

 

Cominciamo a razzo per ricordare che, in una notte che molti passeranno a seguire gli Oscar, Fuori Orario propone il seguente programma da deliquio:

Con i film

NOTES SUR NOS VOYAGES EN  RUSSIE 1989-1990 (Prima Visione Tv) (Italia-Francia 2011, col. 15′) di Yervant Gianikian, Angela  Ricci-Lucchi
“È un film “sublimazione“ di note, acquerelli,  appunti, diari di viaggio. Nel 1989-’90 abbiamo filmato a Leningrado-San  Pietroburgo, la città del poeta Osip Emil’evic Mandel’stam – l’autore di Viaggio in Armenia – gli ultimi  sopravvissuti delle Avanguardie russe degli anni ’20 e ’30. ll film è un  frammento di un vasto affresco registrato durante la caduta dell’Unione  Sovietica con i ritratti degli ultimi testimoni di una Grande Storia che  nessuno ha fissato e che sono ora scomparsi.” (Y.G. – A.R.L.)
NOTTE AL MUSEO PARAJANOV (Prima Visione Tv) (Russia1998, 23′, col.) di Roman Balayan
“Per quanto ne so, Parajanov si è espresso più  attraverso i collage che faceva che attraverso i suoi film – anche perché non  c’erano censori a controllare il suo lavoro di collagista. ALcuni di questi  collage sono degli autentici capolavori. Per me Parajanov rimane un fenomeno  della natura, un fenomeno spontaneo, incontrollato, enigmatico.” (R.  Balayan)
IL CERVELLO DELLA RUSSIA SOVIETICA (Mozg Sovetskoi  Rossii, URSS 1919, b/n, 14′) Di Dziga Vertov
I membri del primo governo sovietico e il loro nuovo quartier generale  al Cremlino di Mosca, dopo il trasferimento dal San Pietroburgo nel 1918.
IL BACIO DI MARY PICKFORD (Potseluy Meri Pikford, Urss 1927, b/n, 72′) Di Sergei Komarov Con Igor Ilyinsky, Anel Sudakevich, Mary Pickford,  Douglas Fairbanks, Abram Room
Goga Palkin lavora come strappa-biglietti in un cinema ed  è innamorato di Dusia che però sogna solo i divi dei film e persone di  prestigio. Si reca su un set e partecipa come stuntman a una scena in cui pende  come un impiccato dal soffitto, attirando così l’attenzione di Mary Pickford  che gli da un bacio. Finalmente famoso, può così chiedere la mano di  Dusia.  )
NOI (Menq, Urss 1969, b/n, 25′) di Artavazd Pelesjan
Grande poema epico che inizia con un immenso corteo funebre  e attraversa orgogliosamente la storia (mescolando le epoche) e l’antropologia  del popolo armeno. )
FRAMMENTI ELETTRICI N. 6 – DIARIO 1989. DANCING IN THE DARK (Italia 2009, col. 60′) di Yervent Gianikian e Angela Ricci Lucchi
Il film più recente della serie “Frammenti elettrici”, in  prima visione tv.  Gianikian e Ricci Lucchi  recuperano e lavorano le  immagini che avevano girato vent’anni fa, rubate nelle varie feste dell’Unità,  tra l’Emilia e la Romagna, alla vigilia della caduta del muro di Berlino.)

Poi Sokurov lunedì notte:

TEMIRKANOV: PROVE D’ORCHESTRA (Russia, 2009, col. 94′) Regia: Aleksandr Sokurov Le prove del direttore d’orchestra Yuri Temirkanov  filmate dal grande regista russo.

Martedì 4 marzo segnalazione obbligata per la serata Sorrentino su Canale 5, prima con La grande bellezza poi con This Must Be the Place

Mercoledì 5 marzo notte, ricompare dopo anni El Cochecito, Rai Movie ore 01.55, capolavoro precoce di Ferreri del ’60, girato in Spagna.

Venerdì 7 marzo un sacco di roba: gran serata su Rai 5, dove alle 21.20 viene programmato in prima visione tv Dal profondo, premiatissimo documentario di Valentina Pedicini, seguito da un doc storico, L’isola nell’isola del grande Alfredo Leonardi, 1974, entrambi dedicati alla Sardegna più nascosta, tra miniere e isol(am)e(nti). Poi la stessa sera su Rai Tre, altra nottata cult su Fuori Orario, con doc su Rossellini e Fellini, e un bel corto di Libero Bizzarri. Idem, la sera dopo, su Kubrick, Godard, De Seta, e i corti di Bressane.

Passiamo ad altro:

– online free il nuovo numero di Cinema: Journal of Philosophy and the Moving Image, qui.

– ricordiamo di seguire sempre DVD Classik, strepitoso sito in francese di cinefilia solidissima sulle uscite dei film del passato in home video, qui

Annunci