SZ_Blue_Sky

Nuova tornata di appuntamenti per cinefili a Bologna.

LUNEDI 17: comincia lo Youngabout Film Festival: proposto come sempre dall’associazione culturale Pugni in tasca, offre sette giorni di proiezioni inedite e si conferma osservatorio del cinema “anagrafico” di tutto il mondo. Qui il calendario.

Alle 21, cinema Odeon sala C, Biografilm presenta The pervert’s guide to ideology, di Sophie Fiennes: a sei anni dall’uscita di The Pervert’s Guide to Cinema, la nuova guida del filosofo e psicoanalista sloveno Slavoj Žižek, realizzata nuovamente in collaborazione con la regista Sophie Fiennes, è un compendio di riflessioni intelligenti e provocatorie che vertono questa volta sul ruolo e sulla natura delle ideologie nella società contemporanea, e sulla relativa mistificazione del reale che esse producono. Il filosofo, per spiegare le sue osservazioni socio-psicoanalitiche, entra nelle sequenze dei film che hanno fatto la storia del cinema: tra questi Tutti insieme appassionatamente, Titanic, Lo squalo, Arancia meccanica.

Sempre la stessa sera e alla stessa ora, il Biografilm organizza anche una proiezione all’Uci Cinemas Meridiana di The Square: il   documentario che ha conquistato il Sundance raccontando la lotta del   popolo egiziano per la conquista della libertà è un film nel film, una   voce lucida e ironica sul potere dei media, una riflessione sul ruolo   attivo che la rappresentazione degli eventi gioca negli eventi stessi.   Dai colorati sit-in di protesta agli scontri con la polizia, l’occhio   silenzioso di Jehane Noujaim segue, infatti, cinque protagonisti mentre a   loro volta testimoniano, videocamera alla mano, le utopie e le  atrocità  di piazza Tahrir. The Square – inside the revolution è stato nominato al  premio Oscar© 2014 come miglior documentario ed è inoltre  nel programma  del Festival internazionale del Cinema di Berlino per la  sezione Forum  Special Screenings

MARTEDI 18: Kinodromo, presso Cinema Europa, in collaborazione con Terra di tutti Film Festival, offre alle 21 When Bubbles Burst di Hans Petter Moland: In una economia globalizzata è sempre più difficile per nazioni, società e individui proteggersi dalla volatilità finanziaria. Ma cosa genera bolle imprevedibili e catastrofici collassi? La cittadina norvegese di Vik rappresenta un esempio delle conseguenze della crisi: questo idilliaco e benestante villaggio di 2800 anime è stato risucchiato in investimenti troppo complicati, rischiando la bancarotta. Parte da lì questo percorso alla scoperta del funzionamento nascosto dell’economia globale, accompagnato da premi Nobel, economisti di fama, broker finanziari internazionali e dai cittadini di Vik, che traccia illuminanti paralleli storici per capire meglio la crisi attuale e immaginare tendenze e alternative future.

MERCOLEDI 19: presso lo spazio Menomale alle 21.45, proiezione di In punto di morte di Mario Garriba, per ricordare un grande regista e un personaggio davvero fuori dagli schemi del cinema nazionale, con un testo di Magrelli, Moneti e Pallanch. Qui per saperne di più.

Parte al cinema Lumière la rassegna dedicata al cinema sovietico, per “Aspettando il Cinema Rirtrovato”: Dal Fondo Italia-URSS dell’Archivio della Cineteca di Bologna, la prima parte di una rassegna dedicata al cinema sovietico. Del grande periodo muto vedremo i capolavori dell’avanguardia (Ejzenštejn, Pudovkin, Trauberg-Kozincev), il melodramma di Preobraženskaja-Pravov Il villaggio del peccato, la prima commedia sovietica La sigaraia del Mossel’prom e il cinema del quotidiano di Barnet.

GIOVEDI 20: gradito ritorno del duo Rezza/Mastrella al Lumière, con Troppolitani 56, ore 19.45: In occasione delle due serate all’Arena del Sole (21 e 22 marzo) del nuovo spettacolo Fratto X, Flavia Mastrella e Antonio Rezza presentano il loro ultimo lavoro in video, prosecuzione della dissacrante incursione televisiva del duo. 56 parla di razzismo e insofferenza; racconta, attraverso il canto, la convivenza forzata e la cultura di chi è straniero. Un giorno sarà un film.  Al termine incontro con Flavia Mastrella e Antonio Rezza.

Poco prima, alle 19.15, all’Odeon, per Sala Doc, Pannolinopoli, regia di Jacqueline Farme: in Francia ogni anno sono due miliardi e mezzo i pannolini usati che devono essere smaltiti: un esempio emblematico del costo non solo ambientale rappresentato oggi da un figlio. L’abbandono del pannolino usa e getta in favore di quelli riutilizzabili in tessuto è quindi un ritorno a un passato ormai superato o una scelta vincente sul piano della sostenibilità ambientale?

VENERDI 21: ore 17.30, presso Laboratori delle Arti/Auditorium – “Attori e attrici incontrano il pubblico”: stavolta tocca a Elio
Germano, che dialogherà insieme a Giacomo Manzoli e Sara Pesce, con ingresso libero

SABATO 22: proseguono gli incontri “Tra le pagine e lo schermo” coordinati da Giacomo Manzoli, presso librerie Zanichelli Coop, ore 17: Incontro con Claudio Giunta per la presentazione del suo libro UNA STERMINATA DOMENICA (Il Mulino). Dialogano con l’autore Marco Antonio Bazzocchi e Giacomo Manzoli: “C’era una volta il viaggio in Italia. Ma oggi che i luoghi geografici (città/campagna, nord/sud, montagna/pianura) sono diventati molto più omogenei di quanto fossero un tempo, i luoghi davvero significativi, perché davvero diversi gli uni dagli altri, sono gli àmbiti, le sfere, i microcosmi, o comunque si vogliano chiamare quei piccoli pezzi di realtà che formano il mosaico della grande realtà nazionale. «Una sterminata domenica» racconta alcuni di questi luoghi reali o metaforici: un posto di vacanza che assomiglia a un caso di studio per sociologi, la retorica dell’infotainment, la retorica della politica, il calcio, la radio, il pop, un festival per scrittori, le biblioteche, la religione. Alla fine, tutti luoghi anche divertenti: basta non rimanerci troppo”.

Annunci