attachment-0001

 

Siamo agli sgoccioli prima della pausa estiva, che anche il blog meriterà. Prima, però, ancora un appuntamento con il nostro periscopio cinefilo, e – entro la settimana – con alcuni libri di cinema da recensire e segnalare.

– Partiamo dall’ultimo numero di Segnocinema, il 188, che comprende anche uno Speciale da me curato, dal titolo Io non lo conoscevo bene – Viaggio nel cinema ignorato di oggi. Ecco un breve estratto dalla mia introduzione: “Nell’epoca dello streaming e della cinefilia 2.0, del peer-to-peer e degli archivi multimediali, della post-ideologia del gusto cinematografico, del trionfo delle nicchie, esiste ancora un cinema anestetico? Un cinema che non valga la pena giudicare o che i critici non pensano di dover giudicare? Un cinema medio e dunque indifferenziato al punto di finire nel punto cieco del sistema a strati di oggi? Né mainstream, né autoriale, né pop né glocal, né blockbuster né d’essai, né da multiplex né da saletta urbana, né indipendente né underground, non indirizzabile in alcuna traiettoria sensibile dei discorsi intorno al cinema? Qual è oggi il cinema negletto, Il cinema di cui non si parla, che si libera di ogni mediazione per rispondere solo a un rapporto distribuzione/esercizio? In un’epoca che – prima grazie alla spinta delle rivalutazioni cultuali e poi con il web – sembra aver riscattato il cinema delegittimato culturalmente, oggi tocca a nuovi prodotti finire nell’indistinto e nell’ignorato. È da queste domande, tuttora inevase, che siamo partiti per costruire questo Speciale. In effetti, sebbene non manchino luoghi del mondo i cui film – a dispetto della retorica globalista – non conosciamo affatto (il celebre caso di Nollywood, industria nigeriana), era ad altro approdo che volevamo giungere. Ci sembra molto più interessante – almeno su queste pagine – lavorare sugli anfratti dell’immaginario, sulle squadre-materasso del campionato cinematografico, sulle zone morte del palinsesto o dell’agenda cultura dell’appassionato di film piuttosto che imbastire il pur degno lavoro sul cinema sconosciuto”.

FilmIdee numero 10 è online: spiccano Cannes 2014 e lo speciale cinema/televisione.

– Importantissimo numero di Brooklyn Rail, luglio-agosto 2014, free online, con lo speciale Critic’s Page questa volta dedicato al rapporto tra arte contemporanea, esposizione, programmazione, festival, museo. Interventi, tra gli altri, anche di Nicole Brenez, Roger Beebe, Eric Baudelaire…

– Come alcuni ricorderanno, il sottoscritto insieme ad altre centinaia di studiosi di cinema e media da tutto il mondo, abbiamo partecipato al convegno NECS di Milano, a metà giugno. Ebbene, ora sul sito Necs si possono trovare i video delle conferenze dei keynote speakers.

– Su AV Club, bello e commovente il ricordo di Ignatiy Vishnevetsky di Roger Ebert e del concetto di duello critico.

– Su Fandor, un bel ricordo di James Garner, caratterista appena scomparso.

Annunci