Cerca

ROY MENARINI

Cinefilia, ricerca, visioni

Mese

marzo 2015

Periscopio cinefilo: dallo Squalo al cinema del reale

lo-squalo02

Mentre il sole avanza, le sale si svuotano, e i convegni si rarefanno dopo il kolossal SCMS di Montréal, è qui che la cinefilia alza la testa. Non ne vuole sentire parlare di gite o di spiaggia, vuole vedere film, leggere saggi, compulsare riviste, sfogliare un libro di cinema dopo l’altro, ubriacarsi di festival, e così via. E di roba da fare ce n’è, per esempio: Continua a leggere “Periscopio cinefilo: dallo Squalo al cinema del reale”

Maratona (ubiqua) di festival e letture

historia-de-la-meva-mort-albert-serra-foto-010

Settimana a dir poco eccitante quella che stiamo vivendo, sia per eventi e festival sia per libri e altre pubblicazioni. Cominciamo a razzo.Comincia a Udine, e prosegue a Gorizia, il Film Forum Festival 2015. Si svolge in generale dal 18 al 24 marzo ed è condotto dai miei amici ed ex colleghi dell’Università di Udine, garanzia di assoluta qualità. Il tema del convegno udinese (18-20 marzo) è dedicato alla storia del cinema “senza nomi” e alle possibilità storiografiche innovative e alternative. A Gorizia, la consueta Spring School presenta un programma davvero sorprendente. Spicca, oltre a un numero significativo di relazioni e interventi importanti, la presenza di Albert Serra, con proiezioni e un artist talk. Qui il programma day by day. Continua a leggere “Maratona (ubiqua) di festival e letture”

Periscopio cinefilo: animazioni, immagini, emozioni

kimba

Ecco un bel gruppo di brevi recensioni di libri. Periodo ricco di uscite, seguiranno altri dispacci cinefili.

Torben Grodal, Immagini-corpo. Cinema, natura, emozioni (Diabasis, 18 euro). Riccamente prefato da Ruggero Eugeni, ospitato nell’ottima collana diretta da Michele Guerra, ecco un altro (anzi, uno dei più importanti internazionalmente) volumi sulle neuroscienze e il cinema. Immagini – corpo. Cinema natura emozioni illustra lo studio del sistema corpo-cervello nello spettatore. Torben Grodal si serve dei più moderni strumenti offerti dalle neuroscienze cognitive, dalla psicologia cognitiva ed evoluzionista, con l’obiettivo di proporre un nuovo approccio integrato allo studio culturale dell’esperienza cinematografica. Lungo questa prospettiva, cosiddetta “bioculturalista”, Grodal rilegge generi e periodi diversi della Storia del cinema e riconsidera questioni teoriche quali il realismo del film, l’identificazione con i personaggi e le forme della soggettività modellate dal cinema. Immagini – corpo. Cinema natura emozioni si è certamente uno dei volumi-chiave per un’area destinata a cambiare parecchi aspetti dei film studies. Continua a leggere “Periscopio cinefilo: animazioni, immagini, emozioni”

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑