asya-klyachina_003_display

 

Ricchissima settimana ancora una volta, mentre impazza il Festival (anzi la Festa) del Cinema di Roma, e già ci si lamenta del poco pubblico: Monda direttore troppo raffinato? Chi ha un po’ di memoria ricorda le proteste su Sesti troppo cinefilo, poi la Detassis troppo red carpet, poi Muller-1 troppo di nicchia, poi Muller-2 che schiera commedie in uscita poche ore dopo…Insomma, la verità è che l’identità di Roma è sempre stata complicata, e andrebbe forse giudicata con un metro aggiornato all’epoca dei festival studies e degli analisti del mercato culturale, e non commentato in maniera superficiale e ondivaga. Ma noi, che siamo studiosi, guardiamo altrove e proponiamo un po’ di letture e appuntamenti… Continua a leggere “Da Calvino alla televisione, passando per Končalovskij”