auto

 

Il 2017 è l’anno della Legge sul Cinema voluta da Franceschini. In attesa degli ultimi decreti e della sua decorrenza, si dibatte già in luoghi pubblici e privati, in assemblee e sui media audiovisivi, ma dovremo attendere un bel po’ prima di poter tirare somme credibili. Lo stesso vale per il cinema a 2 euro, ogni secondo mercoledì del mese, che vede opinioni decisamente opposte. Nulla che sembri toccare direttamente ciò di cui si occupa questo blog, ma in verità sì, perché un’idea complessiva di cultura cinematografica nazionale – coltivata da pochi e considerata sospetta dai più – è essenziale per il destino del cinema italiano. Noi, intanto, continuiamo a guardare e a leggere. Continua a leggere “Bond, Schrader e il cinema italiano: l’impegno vive solo due volte”