rolls

 

Diciamo la verità, stiamo attraversando un momento dove non sembra ci siano enormi novità dal punto di vista dell’audiovisivo e dei media legati a cinema e televisione. La digitalizzazione delle sale, il 3D, il digitale terrestre, gli OTT, Netflix, e altro ancora negli anni scorsi hanno dato la sensazione di un riequilibrio potente e talvolta brutale del rapporto tra tecnologie, pratiche ed estetiche. E così è stato. Negli ultimi tempi, invece, assistiamo più che altro al consolidamento di un sistema generale, che ovviamente reca con sé interessi teorici evidenti e tutt’altro che conclusi, ma che – e forse è un bene – ha perso le caratteristiche dell’euforia/disforia per l’innovazione che lo caratterizzava prima. Continua a leggere “Arcaismi digitali, anacronismi mediali, schermi scritti”