Cerca

ROY MENARINI

Cinefilia, ricerca, visioni

Mese

ottobre 2017

Passioni nere e rivoluzioni tra storia e meditazione

Mentre sui quotidiani evidenti frizioni emergono ancora una volta intorno alla Festa cinematografica di Roma (con Antonio Monda che dissente dalle forti perplessità espresse fin dal primo giorno da Paolo Mereghetti e deve rubricare come “divergenze creative” le tensioni con Piera Detassis), noi ingenuamente ci chiediamo perché sia così complicato sostenere la cultura cinematografica nazionale e i suoi festival. Il problema forse è sempre quello: chi è che studia la cultura cinematografica in quanto tale? A che cosa corrisponde e che uso se ne vuole fare? Quali sono gli obiettivi che si pone, e chi se li pone – dal Ministero in giù? Esiste l’idea di un sistema complessivo? Domande troppo complesse in generale, e sicuramente sovrastanti per il nostro piccolo blog. Che si limita ancora una volta a mettere in piedi il suo utopico ponte tra accademia, critica, cinefilia, editoria, sala cinematografica. Continue reading “Passioni nere e rivoluzioni tra storia e meditazione”

Annunci

Film (mai) girati, treni (mai) presi, mappe di film e di canzoni

Autunno malinconico per il consumo di cinema in sala, senza film in grado di trainare e persino l’ottimo Blade Runner 2049 percepito come un’opera per appassionati, per il quale nemmeno l’inneegabile media positiva di accoglienza critica e di pubblico riesce ad allargare l’audience. Intanto non fanno che aumentare i prodotti audiovisivi di qualità, gli autori implicati in serie televisive (David Fincher e il suo Mindhunter è solo l’ultimo esempio), i contenuti reperibili, e persino il cinema free nel digitale terrestre, che non va affatto male e smentisce il luogo comune secondo cui non si programmano film in prima serata. La verità è che il mercato italiano continua a essere contratto, e ad avere probabilmente migliori potenzialità, che si scontrano con mille problemi strutturali, non ultimo un pubblico pigro, incolto e spesso affaticato (chi scrive pensa che gli spettatori italiani abbiano parecchie colpe – non tutte – e che sia ingenuo pensare che lo stato culturale della nazione, non certo esaltante, sia indipendente dallo stato della cultura cinematografica del Paese, scarsissima).

Continue reading “Film (mai) girati, treni (mai) presi, mappe di film e di canzoni”

Streaming, produzione, televisione e la fascinazione della ricerca

Il dibattito cinefilo sta fissandosi su due poli. Il primo è mother! di Darren Aronofsky, un film che – piaccia o meno – mette a dura prova le categorie critiche e soprattutto i mezzi estetici con cui si commenta il cinema (per esempio, la sensazione è che ci sia poca consapevolezza del rapporto di certo cinema di oggi con l’arte contemporanea dagli anni Novanta a oggi). Il secondo è ovviamente Blade Runner 2049, di cui però sarà meglio riparlare una volta che sarà stato distribuito, recepito e visto da una più ampia comunità di spettatori e commentatori. Nel nostro piccolo, intanto, continuiamo a segnalare uscite e appuntamenti di cultura cinematografica pensata, scritta e divulgata.

Continue reading “Streaming, produzione, televisione e la fascinazione della ricerca”

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑